Stoccaggio: le ditte italiane si affidano al conto terzi

Negli anni passati le aziende italiane hanno affrontato la crisi economica e la conseguente bassa domanda a fronte dell’aumento dei costi di produzione.
Alcune sono riuscite a non chiudere i battenti puntando alla produzione diversificata e alla continua ricerca di clienti, anche al di fuori dei confini nazionali.

Oggi la domanda dei prodotti di queste aziende “virtuose” è in continua crescita e questo richiede una velocizzazione della produzione.
Per aumentare la rapidità, le aziende hanno investito in tecnologie e personale qualificato, ma il miglioramento deve coinvolgere anche lo stoccaggio delle merci.

Spesso le aziende non possono effettuare lo stoccaggio contando unicamente sulle forze interne; si affidano dunque a servizi di stoccaggio merci conto terzi.
Oggi le ditte che offrono questo servizio sono numerose, ma occorre saper valutare il livello del servizio offerto.
Chi possiede spazi di magazzino più ampi è da preferire, per avere la garanzia che ci sia sempre spazio per le proprie merci.

È bene considerare anche l’offerta del magazzino: le ditte migliori offrono un magazzino coperto, con un efficace sistema di videosorveglianza.
Alcune di queste offrono anche servizi aggiuntivi, ovvero la preparazione dei prodotti per la spedizione con imballaggio e documenti di trasporto.

Fonte Logisticamente

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*