Tesla Semi Truck fa il botto nelle vendite ancora prima della sua commercializzazione

Il Tesla Semi Truck, il camion presentato da Elon Musk appena qualche mese fa, ha già conquistato il mercato grazie alle sue innovative caratteristiche. Il camion ad energia elettrica, che può garantire un’autonomia massima di 800 chilometri, farà il suo debutto sulle strade di tutto il mondo nel 2019, ma gli ordini e le prenotazioni sono già numerosissime. Ultimamente UPS, corriere statunitense di fama mondiale, ha effettuato un ordine di ben 125 esemplari, e per il momento rappresenta la prenotazione più ampia giunta alla casa californiana. La promessa di un trasporto sostenibile, con un conseguente taglio dei costi, sta convincendo sempre più aziende all’acquisto di questo nuovo modello elettrico.

AUTONOMIA ED ASSISTENZA ALLA GUIDA: I DUE FATTORI CHE HANNO CONVINTO UPS

UPS nello specifico si è convinta ad investire in maniera così massiccia sul Tesla Semi Truck grazie a due caratteristiche: l’autonomia e l’assistenza alla guida. Questi due fattori infatti dovrebbero contribuire, oltre a ridurre l’emissione di sostanze inquinanti, anche ad abbattere i costi di gestione e a rendere il cammino più sicuro, riducendo gli incidenti almeno del 40%. Naturalmente anche i costi per il carburante subirebbero un notevole ribasso, con dei benefici direttamente sul budget dell’azienda.

LE ALTRE AZIENDE CHE HANNO SCELTO TESLA SEMI TRUCK

UPS è solo l’ultima azienda di una lunga lista che ha puntato tutto su Tesla Semi Truck. Pepsi infatti, pochi giorni fa, ha effettuato un ordine di 100 esemplari del camion a zero emissioni. Pepsi si è posta l’obiettivo di ridurre entro il 2030 del 20% l’inquinamento provocato dalla sua flotta di camion, che sono oltre 10.000. Altro colosso che ha scommesso sul Tesla Semi Truck è Sysco, l’azienda alimentare che ha ordinato 50 unità. A seguire c’è Budweiser, che invece ha prenotato 40 unità. L’azienda produttrice di birra ha intenzione di ridurre l’inquinamento della sua flotta di camion del 30% entro il 2025, con un notevole risparmio del carburante stimato in circa 200.000 dollari. Altra importante azienda che ha dato credito al camion elettrico di Tesla è Walmart, catena statunitense di ipermercato che ha effettuato un ordine di 15 unità, mentre DHLha invece ordinato 10 unità. Transporter J.B. Hunt, azienda di trasporti, ha annunciato che effettuerà diverse prenotazioni del Tesla Semi Truck in vista delle operazioni intermodali lungo la costa Occidentale degli USA. Da segnalare che Tesla metterà a disposizione dei propri clienti tre versioni differenti: il primo modello da 150.000 dollari può garantire 300 miglia di autonomia con una sola ricarica; il secondo modello da 180.000 dollari assicura 500 miglia con una sola ricarica; infine il terzo modello, la versione Founders Series, costa 200.000 dollari.

Fonte Giganti della Strada

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*