Consiglio Abruzzo investe i suoi risparmi per trasporto studenti

studenti autobus

Piccole imprese, trasporto studenti e attività culturali: sono questi i settori d’intervento nei quali l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale dell’Abruzzo investirà le economie realizzate nell’ultimo anno.

Risparmi che ammontano a oltre 800 mila euro (ottenuti grazie alla riduzione delle spese complessive dell’attività del Consiglio, ai minori costi per personale, gruppi politici e organismi interni e a maggiori entrate).

“Continuiamo nel percorso della razionalizzazione dei costi e dell’oculatezza nella gestione finanziaria – ha detto il Presidente Giuseppe Di Pangrazio – Risparmi reali che abbiamo intenzione di restituire all’economia regionale a sostegno dei territori più svantaggiati”.

Grazie alle minori spese generate, saranno destinati 504 mila euro al rifinanziamento della legge regionale 49/2017 in favore delle piccole imprese del cratere.

“Una legge che ha colto nel segno – spiega Di Pangrazio – nel primo anno, infatti, sono state presentate 145 domande, in corso di istruttoria da parte degli Uffici del Consiglio regionale. I nuovi finanziamenti si rendono necessari affinché nessun richiedente che abbia i requisiti venga tagliato fuori”.

La legge prevede che la Regione sostenga, attraverso la concessione di un contributo economico, le piccole imprese operanti nei comuni abruzzesi interessati dagli eventi sismici dei mesi di agosto ed ottobre 2016 e del mese di gennaio 2017. I contributi sono finalizzati al rimborso dei costi di gestione, ovvero al finanziamento delle spese di investimento per l’acquisto di macchinari e attrezzature o per la realizzazione di impianti funzionali al ciclo produttivo o all’erogazione dei servizi. “La norma sul sostegno delle piccole e micro imprese – ha dichiarato poi in conferenza Paolo Gatti, Vice Presidente del Consiglio regionale e proponente della l.r. 49/17 – fu approvata all’unanimità dall’Assemblea regionale e si sta rivelando essenziale per tante piccolissime aziende che faticano a tornare operanti a pieno regime”.

L’attenzione dei vertici politici dell’Emiciclo va anche agli studenti che risiedono nei comuni delle aree interne, con particolare incidenza nel settore del trasporto su gomma. “Uno studente di Pescasseroli o di Castel Di Sangro – spiega Di Pangrazio – impiega più di un’ora per raggiungere la scuola in autobus e paga circa 800 euro di abbonamento l’anno. Per venire incontro ai ragazzi che vivono queste realtà l’Ufficio di Presidenza intende stanziare 300 mila euro a copertura di una norma che consenta di effettuare uno sconto del 10% sul costo delle spese di trasporto”.

Infine, la terza azione dell’Ufficio, va a rifinanziare la legge 55/2013 a sostegno delle iniziative culturali. Saranno dedicati 175 mila euro per allargare la forbice di domande finanziabili pervenute da imprese e associazioni che operano nel settore delle attività cinematografiche, audiovisive e multimediali. Sottolinea il Consigliere segretario Giorgio D’Ignazio: “In tutti i casi ricordiamo che si tratta di leggi regionali che garantiscono un rifinanziamento annuale, non un contributo una tantum, ma sostegni sui quali garantiamo una copertura continuativa e certa”.

 

Fonte: askanews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*