Range Rover svolta sullʼibrido plug-in
Range Rover svolta sullʼibrido plug-in

Sua Maestà Range Rover ritorna, sempre con vestiti nuovi e sempre al top del segmento che, nel lontano 1970, ha praticamente inventato. Se oggi esistono i grandi fuoristrada ammiraglia, lo dobbiamo infatti al regale Range Rover, che ha saputo sempre rinnovarsi, anche quando la Casa britannica Land Rover è finita, insieme a Jaguar, nelle mani del colosso indiano Tata.

Oggi, al di là del maquillage estetico, la nuova frontiera di Range Rover è la propulsione ibrida elettrica plug-in. Una versione che sarà subito a listino con il lancio del nuovo modello (a inizio 2018 in Italia), e che mette insieme un moderno 4 cilindri 2.0 a benzina della gamma Ingenium, già di suo forte di 300 CV di potenza, con un motore elettrico da 85 kW (solo circa 116 CV).

Insieme i due propulsori sviluppano una potenza di sistema di oltre 400 CV, per 640 Nm di coppia massima e accelerazioni da brivido ‒ 6,8 secondi da 0 a 100 ‒ considerata la stazza del Suv 4×4 britannico. Eppure i consumi medi nel ciclo misto si attestano sui 2,8 litri per 100 km, per emissioni di CO2 di appena 64 g/km, e ciò la dice lunga sulla convenienza ambientale dei sistemi ibridi elettrici.

La batteria agli ioni di litio ad alto voltaggio alimenta il motore elettrico e si ricarica in appena 2 ore e 45 minuti, avendo a casa una colonnina Wallbox da 32 Ampere. Garantisce unʼautonomia di marcia in modalità interamente elettrica, e quindi a zero emissioni, di oltre 50 km. Poi interviene il motore termico a prolungare lʼutilizzo del veicolo. La batteria è coperta da una garanzia di 8 anni e 160.000 km. Nella gamma Range Rover non cʼè però soltanto la versione ibrida plug-in, ma anche prestazionali versioni come la SVAutobiography Dynamic, con motore V8 Supercharged da 565 CV.
Lʼabitacolo di Range Rover è stato rinnovato da capo a piedi. I sedili hanno ora infinite forme di regolazione elettrica, 25 funzioni massaggio e possono reclinarsi di 40 gradi con la semplice pressione di un tasto. Funzioni dei sedili che possono essere controllate anche dallʼesterno tramite app.

I poggiabraccia sono ora riscaldabili e chi siede dietro troverà a sua disposizione tanti pratici spazi portaoggetti e fino a 17 prese di corrente, incluse quelle di tipo domestico, USB, HDMI e 12V. Non solo, ma lʼambiente Wi-Fi 4G interno consente di connettere fino a 8 dispositivi. Infine il sistema dʼinfotainment Touch Pro Duo, elegante e intuitivo, che conta su due touchscreen da 10 pollici. I prezzi di nuovo Range Rover partono da 102.800 Euro.

Fonte: tgcom24.mediaset.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*