La carta sconto benzina

carta sconto benzina

E’ a rischio la carta sconto benzina. Il Governo ha infatti stabilito una riduzione del 20% del beneficio. Che di fatto azzera l’opportunità per i fruitori.

Carta sconto benzina: la denuncia di Garavaglia

Il Governo Gentiloni in legge di stabilità fa saltare la carta sconto benzina dei lombardi. C’è
infatti una riduzione del 20% del fondo che finanzia l’operazione carta sconto benzina. E’ evidente che una decurtazione dello sconto del 20% rende inefficace il sistema con il risultato che tutti torneranno a fare la benzina in Svizzera”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Economia Massimo Garavaglia in riferimento a quanto deciso dal Governo con l’ultima manovra di bilancio.

“E’ un’operazione stupida”

Garavagli affonda: “E’ un’operazione davvero stupida perché penalizza i cittadini lombardi e allo stesso tempo fa mancare risorse alle casse dello Stato. L’operazione carta sconto fa incassare allo Stato più imposte rispetto alle risorse che vengono destinate allo sconto. A questo punto sarà interessante sentire dal sindaco Giorgio Gori una spiegazione plausibile, quando si recherà nelle province di Varese, Como e Sondrio sul perché il suo partito abbia deciso una cosa tanto stupida”.

La carta sconto benzina

La carta sconto benzina è un beneficio che viene concesso a chi vive nelle zone di confine. E’ stata istituita con lo scopo di favorire il rifornimento di carburante in Italia. In Svizzera infatti i prezzi sono concorrenziali. E con la carta sconto si sostiene il consumo in Italia superando la concorrenza “sleale” dei benzinai della Cofederazione Elvetica. In Provincia è attiva in Valchiavenna e nel Tiranese.

Fonte: giornaledisondrio.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*