Centro servizi per i camionisti nella zona industriale di Lavis

assistenza

La Zona industriale di Lavis si farà più accogliente

L’idea che fu della precedente amministrazione comunale e segnatamente dell’ex vice sindaco Claudio Brugnara (papà dell’attuale sindaco Andrea), di realizzare un’area e una palazzina a servizio degli autotrasportatori di passaggio, diventerà realtà nella prima metà dell’anno prossimo.
Un’idea riveduta e corretta nel tempo, che ieri è stata messa nero su bianco con la firma del protocollo d’intesa fra il vice presidente della Provincia autonoma di Trento Alessandro Olivi e il sindaco di Lavis Andrea Brugnara.
La nuova area sosta, che sorgerà su un terreno di circa 4 mila metri quadrati di proprietà di Trentino Sviluppo, potrà ospitare fino a 14 mezzi per il trasporto pesante e oltre 13 automobili e sarà dotata di spazi verdi e di un fabbricato in legno di 200 metri quadrati adibito a zona docce e punto ristoro ed un altro «gemello» dove si insedierà un bar a servizio di tutta la Zona industriale, per un investimento complessivo di circa 800 mila euro.
Si verrà così incontro ad una richiesta avanzata dalle numerose imprese insediate nella zona produttiva a nord di Trento, con la creazione di un centro sosta e servizi a loro disposizione, risolvendo al contempo i problemi legati al protrarsi delle soste dei camion nel centro abitato.
«Le imprese belle operano in posti belli – ha evidenziato Alessandro Olivi – e c’è evidentemente un rapporto molto stretto tra la qualità della vita e dell’ambiente e la capacità di una zona di essere attrattiva, richiamando a sua volta investimenti e lavoro».
«Da anni questa amministrazione comunale – ha osservato Olivi – si è data l’obiettivo di perseguire un rapporto più fitto tra la dimensione urbana e quella sorta di “seconda città” rappresentata dal grande quadrante produttivo di Lavis. Il nostro intervento è stato sollecitato dalle imprese che lavorano in una delle aree industriali d’eccellenza del Trentino e va proprio in questa direzione».
«Un accordo – ha sottolineato il sindaco di Lavis Andrea Brugnara – che consente di creare nuovi servizi in una zona che ospita ogni giorno circa 1.400 lavoratori e che sta crescendo in modo importante.
Assieme ad altri interventi, come piste ciclabili, un nuovo impianto di illuminazione, il collegamento pedonale con la ferrovia Trento-Malé, quest’area contribuirà a fare della zona produttiva un biglietto da visita adeguato ad una clientela di livello internazionale».
Risalgono ad alcuni mesi fa le consultazioni più strette tra Comune (in particolare nella persona del vice sindaco Luca Paolazzi, presente in sala al pari degli assessori Franco Castellan e Andrea Fabbro) Provincia e Trentino Sviluppo per trovare una soluzione al problema della carenza di spazi e servizi per la sosta dei mezzi pesanti.
Di qui la scelta di adibire un terreno dismesso di proprietà della stessa Trentino Sviluppo a parcheggio illuminato e asfaltato.
Il Protocollo d’intesa firmato ieri, prevede che Trentino Sviluppo realizzi le opere di asfaltatura del piazzale di circa 4 mila metri quadrati, nonché la predisposizione del basamento in calcestruzzo su cui sorgeranno le strutture prefabbricate in legno.
Una volta terminati i lavori Trentino Sviluppo concederà il parcheggio in uso al Comune che si impegna ad allestire le aree verdi, l’illuminazione pubblica a LED, la videosorveglianza e la segnaletica orizzontale e verticale.
Sempre il Comune individuerà infine, l’operatore economico, preferibilmente locale, a cui affidare il servizio di gestione e custodia dell’area e la realizzazione del punto di ristoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*